radiazioni e le contromisure nucleari programma di preparazione scientifica

Radioattività e radiazione

Radiation Dose

Il numero di protoni nel nucleo di un dato elemento è sempre la stessa; un atomo di carbonio, per esempio, contiene sempre sei protoni. atomi individuali di un dato elemento, però, possono avere differenti pesi atomici perché contengono un diverso numero di neutroni; atomi di un singolo elemento con differenti masse atomiche sono chiamati isotopi. La maggior parte isotopi sono stabili, e rimangono in una forma all’infinito. isotopi radioattivi, tuttavia, sono instabili e più facilmente scompongono in altri elementi.

Quando un atomo radioattivo decade, rilascia radiazioni. Questa radiazione può essere sotto forma di radiazione elettromagnetica, tipicamente raggi X ad alta energia o raggi gamma ancora più elevata energia, oppure può essere in forma di particelle, tipicamente sia particelle alfa (composta da due neutroni e due protoni) o particelle beta (un elettrone o positrone). I neutroni, che sono particelle prive di carica, vengono prodotti nel decadimento di isotopi radioattivi molto pesanti, come l’uranio-235.

Effetti sulla salute delle radiazioni ionizzanti

Radiazione rilasciato da materiale radioattivo è ionizzante, il che significa che può striscia elettroni da composti con cui interagisce, compresi tessuti viventi. I più atomi in una data massa di materiale che decade ogni secondo, la radioattività del materiale superiore; l’unità di radioattività è Curie, pari a 37 miliardi di disintegrazioni atomici al secondo.

Scenari minacce radiologiche

Le radiazioni ionizzanti può danneggiare i tessuti viventi con cui interagisce, in particolare interrompendo DNA cellulare. La dose di radiazioni viene misurata in termini di quantità di energia assorbita per chilogrammo di materiale, in unità scientifica chiamato Gray (Gy). La dose equivalente include un aggiustamento della dose assorbita in modo da riflettere le differenze nei relativi danno diversi tipi di radiazioni fare per tessuti biologici. Le particelle alfa, per esempio, sono ponderati con un fattore 20 su raggi gamma. dose equivalente è misurata in unità denominata Sievert (Sv). Una terza misurazione della dose, chiamato la dose efficace, è ulteriormente regolata in base alla sensibilità del tessuto specifico che ha ricevuto la radiazione; dose efficace è anche dato in Sieverts. termini Vecchio corrispondenti alla Gray e il Sievert sono RAD e REM, rispettivamente; 100 RAD è uguale a 1 Gray e 100 REM è uguale a 1 Sievert.

Molti fattori influenzano la portata del pregiudizio una persona potrebbe ricevere dall’esposizione a un materiale radioattivo, ad esempio il tipo di radiazione e se la radiazione è localizzato ad una parte specifica del corpo. La lunghezza del tempo in cui viene ricevuta la dose è significativa. Esposizione a una grande quantità di radiazione in un breve tempo è in genere più dannoso di esposizione ad una piccola quantità per un tempo più lungo, anche se la dose totale è la stessa.

Lo stato fisico del materiale può essere significativo pure. Poiché le particelle alfa non possono penetrare i vestiti, lo strato più esterno della pelle morta, o un paio di pollici di aria, materiali radioattivi alfa emettitori fanno pochi danni se rimangono al di fuori del corpo. Se questi materiali vengono ingeriti o inalati, o entrano attraverso una ferita, possono fornire rapidamente una dose altamente significativa di radiazioni. Di nota, un materiale radioattivo finemente polverizzato che viene facilmente inalato o ingerito, o sviluppa su una vasta area della pelle può essere molto più pericoloso se consegnata in una forma che si traduce in un solo esposizione localizzata. Raggi X, raggi gamma, e la radiazione neutronica facilmente penetrare il tessuto e la dose ad una data profondità dipende dall’energia della radiazione e la durata dell’esposizione. Infine, alcuni elementi radioattivi tendono a concentrarsi in alcuni tessuti e possono essere difficili da rimuovere; stronzio radioattivo, per esempio, si concentra nelle ossa e iodio radioattivo raccoglie nella ghiandola tiroidea.

Gli effetti delle radiazioni esterne sul corpo possono apparire in pochi minuti o sviluppare molti anni dopo l’esposizione; dosi più elevate producono sintomi più rapidamente. In caso di esposizione al corpo intero a dosi elevate di radiazioni, le dosi maggiori di 1 Gray (1 Gy) può risultare in anticipo, nausea e vomito transitoria. A dosi tra circa 1 Gy e 6 Gy, danni al sistema ematopoietico comporterà immunosoppressione e infezioni e emorragie e anemia inizierà settimane dopo l’esposizione. Senza una terapia appropriata, la morte può comportare entro 60 giorni. cure mediche del caso potrebbe consentire la maggior parte dei pazienti per sopravvivere. A dosi superiori a 6 Gy, danni significativi al tratto gastrointestinale potrebbe provocare nausea prolungata grave, vomito, diarrea, ulcerazioni della mucosa intestinale, e l’infezione sistemica che porta a sepsi. La morte può verificarsi entro le prime 2 settimane e la maggior parte delle vittime muore entro 60 giorni. A dosi molto elevate di oltre il 20 Gy il sistema nervoso e cardiovascolare centrali saranno acutamente danneggiati e non interventi medici noti possono prevenire la morte, che possono verificarsi entro 2 giorni. Dosi di radiazioni inferiori a circa 1 Gy produrrebbe alcun effetto a breve termine, anche se i sintomi possono comparire nel giro di settimane o mesi di esposizione. Molto basse dosi è improbabile che produrre alcun sintomo clinicamente importanti diversi sintomi a presentazione tardiva legati ad un aumentato rischio di cancro.

I terroristi potrebbero utilizzare radiazioni e materiali radioattivi in ​​un attacco in molti modi diversi, con risultati che variano ampiamente in gravità. I terroristi potrebbero nascondere una gamma o raggi X emettitore in un luogo pubblico per esporre le persone a radiazioni, o collocare materiali radioattivi in ​​cibo o acqua forniture. Tuttavia, queste azioni sarebbero poche probabilità di causare un gran numero di esposizioni clinicamente significativi. Esplosione di una radiazione Dispersione Devise (RDD) avrebbe diffuso materiale radioattivo su una vasta area. La minaccia da un tale dispositivo sarebbe dipende dal materiale utilizzato; nella maggior parte dei casi, si ritiene che poche persone avrebbero ricevuto una dose elevata di radiazioni, anche se molte persone potrebbero essere contaminati internamente o esternamente. I terroristi potrebbero anche tentare di attaccare un reattore nucleare o di deposito di scorie ad alto livello al fine di rilasciare materiale radioattivo e contaminare una vasta area geografica.

Di gran lunga lo scenario peggiore sarebbe la detonazione di un ordigno nucleare. Per realizzare un tale atto, i terroristi avrebbero dovuto ottenere un arma militare già fabbricati o abbastanza materiale fissile-o plutonio o l’uranio altamente arricchito da fare un “ordigno nucleare improvvisato.” A rilascia esplosione nucleari calore sufficiente energia per distruggere grandi porzioni di una città più una raffica immediata di radiazione gamma; prodotti altamente radioattivi della reazione di fissione sarebbe anche si sviluppa su una vasta area geografica come “ricaduta”, che avrebbe continuato a esporre i sopravvissuti.